PARLA VELOSO

"Siamo tutti tristi dello
stop ma prima la salute"

22/03/2020 09:50

Intervistato dal sito ufficiale della Primera Liga portoghese, Miguel Veloso ha commentato la situazione che sta vivendo in Italia: “Le persone sono tutte a casa. Possono uscire solo per comprare cibo o lavorare. In quest’ultimo caso, deve essere fatta un’autocertificazione che, se non vera, può portare ad una sanzione. Le persone devono ancora indossare le mascherine, lavarsi le mani ed essere sempre a casa quando non lavorano. Fortunatamente, lo staff tecnico ci ha inviato un programma d’allenamento da fare a casa, tenendo conto di coloro che non hanno un giardino o una terrazza, poiché non possiamo uscire per correre".

Il centrocampista dell’Hellas ha concluso: "I miei compagni di squadra sanno che la situazione deve essere presa sul serio. Siamo tristi di non poter fare il nostro lavoro e ciò che ci piace, ma la nostra salute e la salute di tutti è più importante. Qui in Italia, all’inizio, nessuno lo prendeva sul serio. Oggi hanno già capito che questo virus è reale. Spero che il Portogallo non facciate lo stesso errore".


 
Nessun commento per questo articolo.