INCHIESTA DI CALCIOMERCATO.COM

Pippo Russo: H23 fallita
Cosa succederà adesso?

19/06/2020 19:31

"Con sentenza n. 46/2020 il Tribunale Fallimentare di Bologna ha dichiarato il fallimento di H23 S.P.A., società in liquidazione con sede nella stessa città di Bologna al civico 4 di Galleria Cavour, il cui liquidatore risulta essere Dritan Dervishi. Caricato sul Portale Creditori in data 8 giugno, l'atto informa che per il 27 ottobre 2020 alle 12 è fissato l'esame dello stato passivo della società". Lo scrive il giornalista Pippo Russo in un'inchiesta pubblicata su calciomercato.com (LEGGI QUI).

Russo si chiede se ci saranno ripercussioni sull'Hellas Verona e spiega: "H23 è una delle tante società create intorno all'Hellas Verona dal proprietario e presidente Maurizio Setti. Tale società è stata fatta oggetto di una dichiarazione di fallimento da parte di due compagnie con sede legale a Panama, la Delta Limited S.A. e la Compañia Financiera Lonestar S. A.


Di Lonestar si sa per certo sia controllata da Gabriele Volpi, finanziere italiano con passaporto nigeriano che è anche proprietario dello Spezia e della Pro Recco di pallanuoto. Fra le altre cose, Lonestar detiene il 9% di Banca Carige. Quanto a Delta Limited, è stata menzionata nell'indagine di Football Leaks in quanto detentrice di parte dei diritti economici di Juan Manuel Iturbe, che ha disputato con la maglia dell'Hellas Verona la stagione 2013-14. Anche questa una società, secondo l'Espresso, sarebbe riconducibile a Volpi. Le due società reclamano il mancato pagamento, da parte di H23, di grossa parte di un prestito obbligazionario. Come si legge nel testo, Delta rivendica una cifra che con gli interessi sale a 6.398.515,28 euro, mentre Lonestar ritiene di dovere incassare 7.987.875 euro". Russo ha contattato il presidente del Verona Maurizio Setti che ha promesso una risposta a breve.


 
Nessun commento per questo articolo.