CHIEVO VERONA

Meggiorini: Il Chievo mi
ha mancato di rispetto

06/07/2020 15:17

Queste le parole dell'ormai ex attaccante gialloblù, Riccardo Meggiorini, dopo il suo addio al Chievo di qualche giorno fa:

"La prima sensazione è di un profondo vuoto, d’altronde quando succede qualcosa che non ti aspetti ci rimani male due volte. Io al Chievo tenevo davvero, questo sia chiaro. Me ne vado senza nessun rimpianto, perfettamente a posto con la mia coscienza. Non ho mai tirato indietro la gamba, sono sempre andato d’accordo con tutti. Il rammarico più grande? Credo nel rispetto delle persone, quel che negli ultimi tempi è invece venuto meno. In passato ogni questione veniva risolta col dialogo e in tutta serenità. Ma non ora. E senza fiducia è dura andare avanti. La proposta del Chievo per il prolungamento, per come mi è stata presentata, in realtà è stata fatta solo perché dicessi di no. Senza tenere conto che un anno fa accettai di dimezzarmi l’ingaggio. Non so quanti dei miei compagni l’abbiano fatto. Chiesi solo che mi venisse allungato il contratto di due anni. Il Chievo si fermò ad uno. Eppure non credo fosse una richiesta così pretenziosa, soprattutto per quel che ero diventato per la società. In ogni caso i soldi non c’entrano nulla...".


 
  • Penzo11

    il 06/07/2020 alle 18:22 “Campedelli Ormai Come Setti”
    Detto questo,non sappiamo i fatti
     
  • Damiano

    il 06/07/2020 alle 16:13 “Bah....”
    a 35 anni pretendere un biennale non mi sembra una delle cose più corrette. Si accetta un anno poi se dimostri di valere un altro anno te lo allungano sicuramente.