HELLAS VERONA

Hellas, Setti e Percassi
uniti per Paolo Brosio

17/07/2020 01:35

Si è svolta ieri pomeriggio, giovedì 16 luglio (ore 17.00), la conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto benefico a cui parteciperà l'Hellas Verona del presidente Muarizio Setti.


In occasione della sfida contro l'Atalanta di sabato 18 luglio al Bentegodi (fischio d'inizio ore 17.15), i gialloblù scenderanno in campo insieme alla formazione di Gasperini, per la raccolta fondi dell'Associazione Onlus "Olimpiadi del Cuore", fondata dal giornalista e scrittore Paolo Brosio. Oltre a Setti e Brosio, alla conferenza stampa era presente come portavoce dell'Atalanta, Umberto Marino, Direttore Generale del club bergamasco.


Brosio ha infatti illustrato durante la conferenza stampa, il progetto che Hellas Verona e Atalanta andranno a realizzare. Il progetto si chiama "Mattone del Cuore", per la costruzione del primo ospedale di pronto soccorso in località Citluk, in Bosnia Erzegovina. Una struttura ideata per accogliere tutte le persone della zona, promuovendo l'unione tra etnie e religioni diverse. La raccolta fondi verrà realizzata attravero un'asta delle maglie di gara dei gialloblù dopo la sfida con l'Atalanta.


Queste le dichiarazioni del presidente dell'Hellas Verona, Maurizio Setti, in merito al progetto presentato: "Volevamo questa iniziativa da tempo e finalmente siamo riusciti a metterla in pratica. Molto spesso noi e l'Atalanta siamo due formazioni che tendono ad avere un agonismo che sfocia poi in discussioni, ma questa volta siamo uniti per un progetto che potrà aiutare molte persone.

Lo sport unisce, crea interesse per sostenere un'iniziativa come questa e noi dobbiamo fare il massiamo per riuscire a dare il miglior aiuto possibile. Noi che abbiamo la fortuna di poter trasmettere dei messaggi importanti, dobbiamo far capire che fare del bene, a prescindere da come lo si fa, è un qualcosa di importante al di là di razza,colore, religione o partito.

Penso che questo progetto possa avere nel tempo un risvolto importante, pensando a quante persona potranno usufruire di quella struttura".



R,C


 
Nessun commento per questo articolo.