Hellas Primavera vince dopo 4 mesi

17/01/2021 17:30

La Primavera torna finalmente a giocare, dopo mesi di stop, e a vincere. Nella 5a giornata del campionato di Primavera 2 (Udinese-Hellas Verona) i ragazzi di Corrent decidono il match nel secondo tempo. Al 51' il colpo di testa di Yeboah, al 91' il contropiede di Bragantini: 2-0 per il Verona.


LE PAROLE DI MISTER CORRENT DOPO LA GARA

"La soddisfazione per la vittoria? Una partita dura, difficile e di grande competizione. Abbiamo vinto meritatamente contro una squadra che, come detto, è veramente attrezzata. Sono contento per tutti i ragazzi, che si sono presi una bella soddisfazione dopo così tanti giorni senza partite. Tutti hanno contribuito a questa vittoria. Il gol a inizio ripresa? Fondamentale, perché tecnicamente il primo tempo è stato molto buono ma non abbiamo trovato il gol: ci è forse mancata qualità per finalizzare negli ultimi metri. Abbiamo cercato di mantenere il dominio della partita nei primi 45' e ci siamo riusciti. Nel secondo tempo, dunque, siamo stati bravi a trovare subito un gol che poi è risultato davvero importante. Loro hanno avuto una reazione forte, ma noi siamo stati in grado di soffrire senza mai perdere la testa. Se ho cercato l'azione di contropiede? So quanto Bragantini possa essere veloce e pericoloso in queste situazioni, è stato bravissimo in occasione del gol. Se fossimo stati ancora sullo 0-0 avrei scelto Florio, perché è un altro bravissimo giocatore e ha tanta confidenza col pallone. Non a caso è stato ottimo nel servire l'assist dopo appena tre minuti dal suo ingresso in campo".


Primo tempo vivace dell'Hellas, che dopo un'iniziale fase di studio mantiene il pallino del gioco per gran parte della frazione. Diverse le occasioni create dai gialloblù di mister Nicola Corrent, con la qualità del centrocampo che cerca di imbeccare uno fra Bertini, Yeboah o Cancellieri. L'Udinese nel corso dei 45' cerca due volte, pericolosamente, la conclusione dalla distanza, ma Borghetto è attento. Al 21' la più grande occasione: l'Hellas trova la rete, che viene però annullata per fuorigioco di Coppola sul cross di Bertini.


Riparte molto bene il Verona, che insiste sulle ottime trame proposte nel primo tempo e infatti, in avvio di ripresa, trova il vantaggio: sortita sulla corsia di destra, palla a Cancellieri che crossa dal fondo e trova il puntuale colpo di testa di Yeboah, 0-1. Dopo il gol crescono però i bianconeri, ma la retroguardia gialloblù, già attentissima nel primo tempo, concede il minimo agli avversari. L'Hellas però, con l'avvicinarsi della mezzora, deve gestire e coprirsi, facendo fronte ai sempre più insistenti e pericolosi tentativi dei padroni di casa: decisivo in questo frangente anche Borghetto, strepitoso su un colpo di testa di Palumbo. L'intensissimo ultimo quarto d'ora trascorre a ritmi elevati, ma è ancora il Verona, sul più classico dei contropiedi, a segnare e chiudere la gara. Bragantini, lanciato a tu per tu con Carnelos, è glaciale. 0-2.


UDINESE-HELLAS VERONA 0-2

Marcatore: 6' st Yeboah, 46' st Bragantini


UDINESE: Carnelos; Tassotti (dal 34' st Del Fabro), Cucchiaro, Maset, Rigo, Cocetta (dal 23' st Garbero), Micin (dal 23' st Basha), Battistella, Ferla (dal 1' st Damiani), Palumbo, Pinzi (dal 42' st Fedrizzi)

A disposizione: Piana, Bruno, Brighi, Codutti, Rossitto, Zuliani, Castagnaviz

All.: Moras


HELLAS VERONA: Borghetto; Gresele, Bernardi, Coppola, Squarzoni, Calabrese, Bertini (dal 44' st Florio), Terracciano, Yeboah, Jocic (dal 34' st Pierobon), Cancellieri (dal 29' st Bragantini)

A disposizione: Aznar, Ogliani, Fornari, Diaby, Martone, Joselito

All.: Corrent


Arbitro: Rinaldi (Sez. AIA Bassano del Grappa)

Assistenti: Zampese (Sez. AIA Bassano del Grappa), Torresan (Sez. AIA Bassano del Grappa)


NOTE. Ammoniti: Maset, Garbero

Email inviata con successo

Italia Under 20, Udogie e Salcedo convocati

02/10/2020 11:07

A circa un mese dall’ultimo raduno tenuto a Tirrenia, Alberto Bollini convoca 27 giocatori per uno stage della Nazionale Under 20 che si svolgerà al CPO dell’Acquacetosa di Roma dal 4 all’11 ottobre.


Sono 17 gli atleti nati nel 2001 e 10 quelli nati nel 2002, un gruppo che rappresenta l’ossatura della squadra che, a meno di un ulteriore rinvio – sarebbe il quarto dopo quelli di marzo, settembre e ottobre – causato dall’emergenza COVID-19, dovrebbe affrontare la seconda fase di qualificazione all’Europeo Under 19 in calendario dall’11 al 17 novembre a Padova.


Avversarie dell’Italia nel gruppo 5 sono Islanda, Norvegia e Slovenia: l’obiettivo sarebbe quello di conquistare l’unico posto disponibile per accedere alla fase finale dell’Europeo di categoria che dovrebbe svolgersi in Irlanda del Nord a marzo. Il torneo continentale che, ricordiamo, si sarebbe dovuto giocare a luglio di quest’anno e che avrebbe coinvolto soprattutto i giocatori nati nel 2001, mette in palio, oltre al titolo di Campione Europeo della categoria, anche 5 posti per il Campionato Mondiale Under 20 in programma a maggio in Indonesia.


Lista dei convocati


Portieri: Federico Brancolini (Fiorentina), Alessandro Saiano (Imolese), Stefano Turati (Sassuolo);


Difensori: Nicolò Armini (Lazio), Devid Eugene Bouah (Roma), Riccardo Calafiori (Roma), Christian Dalle Mura (Fiorentina), Davide Ghislandi (Atalanta), Caleb Okoli Memeh (Spal), Lorenzo Pirola (Inter), Fabio Ponsi (Fiorentina), Matteo Ruggeri (Atalanta);


Centrocampisti: Alessandro Cortinovis (Atalanta), Manu Emmanuel Gyabuaa (Atalanta), Federico Marigosu (Olbia), Gaetano Pio Oristanio (Inter), Daniel Maldini (Milan), Simone Panada (Atalanta), Alessio Riccardi (Pescara), Franco Daryl Tongya Heubang (Juventus), Destiny Udogye (Hellas Verona), Emanuele Zuelli (Chievo);


Attaccanti: Gianmarco Cangiano (Ascoli), Lorenzo Colombo (Milan), Sebastiano Esposito (Spal), Roberto Piccoli (Spezia), Eddie Anthony Salcedo Mora (Hellas Verona).


Staff: Allenatore, Alberto Bollini; Assistente Allenatore, Giovanni Valenti; Segretario, Aldo Blessich; Preparatore Atletico, Vito Azzone; Preparatore Portieri, Graziano Vinti; Match Analyst, Leonardo Carletti; Medici, Emanuele Fabrizi e Luca Labianca; Nutrizionista, Cristian Petri; Fisioterapisti, Giuseppe Galli e Roberto Cardarelli.


Fonte: figc.it

Email inviata con successo

Ufficiale: Ragusa in prestito a Brescia

02/10/2020 11:03

Ora è ufficiale: Antonino Ragusa va al Brescia. "Hellas Verona FC - si legge nella nota - comunica di aver ceduto a Brescia Calcio - a titolo temporaneo sino al 30 giugno 2021, con diritto di opzione e obbligo di acquisizione definitiva da parte del Club lombardo al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi – le prestazioni del 30enne attaccante siciliano Antonino Ragusa, al quale il Club gialloblu augura il meglio per questa nuova esperienza professionale".

Email inviata con successo

Cuore gialloblù, ecco chi è in testa

30/09/2020 12:19

Ancora un grande Verona, che ottiene altri 3 punti al 'Bentegodi' battendo di misura un'avversaria ostica come l'Udinese. I gialloblu combattono, si difendono e attaccano in una partita vera, aperta a ogni risultato, in cui a spuntarla è lo spirito Hellas.


I 1000 tifosi sugli spalti vanno in visibilio al primo gesto tecnico di una certa fattura, ma apprezzano soprattutto lo spirito combattivo, come dirà mister Ivan Juric al termine della partita, portando alla luce l’elemento distintivo di una prestazione apprezzata anche da chi la gara l’ha seguita in televisione o alla radio.


Per quei gesti tecnici, per quella tenacia e per una presenza costante per efficacia a centrocampo, e non solo, i tifosi hanno votato Adrien Tameze come Cuore Gialloblù di Hellas Verona-Udinese.


Al secondo posto, staccato di una manciata di voti da Tameze, Andrea Favilli, autore del suo primo gol in Serie A, frutto dell’istinto da attaccante di razza, ma anche di buona tecnica e senso della posizione.


Terzo, anche lui poco distante dal gradino più alto del podio, Antonìn Baràk, apprezzato per le qualità espresse a ridosso degli attaccanti o al fianco di Veloso. Tantissimi voti anche per Marco Silvestri, decisivo, ancora una volta, fra i pali del Verona.

Email inviata con successo

Gotti: Costruite molte più palle-gol del Verona

27/09/2020 18:12

"Sono dispiaciuto per la sconfitta perchè l'Udinese ha avuto opportunità addirittura molto più clamorose rispetto a quelle del Verona e non le ha sapute concretizzare. Applausi però per la personalità mostrata in campo". Così l'allenatore dell'Udinese, Luca Gotti, al termine del match perso contro il Verona per 1-0. Prosegue il mister friulano: "Il mercato? Manca ancora qualcosina per completare la rosa. Sono convinto che la società porrà rimedio".

Sulle note positive: "L'atteggiamento dei nuovi ragazzi. Non è mai facile inserirsi in un gruppo nuovo ed invece alcuni di loro come Arslan, l'hanno fatto benissimo, mettendosi a disposizione mia e dei compagni".

A.F.

Email inviata con successo

Nicola: Salvezza poteva arrivare molto prima

02/08/2020 23:48

“Quando sono arrivato a Genova volevo solo sdebitarmi coi tifosi, per una foto che mi mandarono. La salvezza raggiunta stasera la dedico a loro”. Così in sintesi l’allenatore del Genoa, Davide Nicola, dopo la vittoria contro il Verona per 3-0. Prosegue il mister gialloblù: “E’ stata un’avventura fantastica iniziata 7 mesi fa. L’impegno ce l’abbiamo messo tutti ed il traguardo è meritato in un Campionato atipico che sarà ricordato per sempre. La salvezza poteva arrivare molto prima, ma è arrivata soltanto stasera all’ultima giornata. Dal mio arrivo però i ragazzi hanno totalizzato punti per essere noni in classifica”.

Sulla rigenerazione del Genoa: “Hanno contribuito anche i “vecchietti” della squadra come Pandev, Behrami e Zapata che hanno mostrato una grande fame. Questo è l’esempio che va dato ai più giovani”.

A.F.

Email inviata con successo

Di Biagio: Sono deluso, la squadra era spenta

29/07/2020 23:01

"Sono molto triste per come è maturata questa sconfitta. Non mi aspettavo una prestazione così deludente. I ragazzi erano spenti ed è come se non fossero scesi in campo". Così in sintesi l'allenatore della Spal, Gigi Di Biagio, al termine del match contro il Verona, perso 3-0. Prosegue il tecnico estense: "Ora ci aspetta l'ultima contro la Fiorentina. Dovrò cercare di mettere sul terreno di gioco un 11 accettabile, viste le tante defezioni che abbiamo. La retrocessione? Con una partita a settimana sarebbe andata diversamente".

A.F.

Email inviata con successo

Inzaghi: Gran carattere, a Verona vinci solo così

26/07/2020 22:44

“Abbiamo dimostrato che vogliamo continuare a fare punti, nonostante l’obiettivo della qualificazione per la prossima Champions fosse già centrato. E’ un segno di grande professionalità. Qui a Verona potevamo vincere solo con carattere e compattezza di squadra. Con il mio staff avevamo preparato la partita così”. Così il mister della Lazio, Simone Inzaghi, al termine del match vinto con il Verona 1-5. Prosegue l’allenatore biancoceleste: “Immobile? Sta battendo tutti i record e se lo merita per tutto ciò che sta facendo. E’ un grande giocatore ed un grande uomo. Ha la fortuna di giocare in un’ottima squadra con dei compagni che giocano per lui. Se segnerà ancora un gol batterà il record di Lewandoski per la Scarpa D’Oro. Può vincere inoltre, ancora la classifica marcatori, Cristiano Ronaldo permettendo. Sono veramente contento per lui e per tutta la Lazio. Abbiamo ancora un altro obiettivo da raggiungere che è quello dell’assist-man: Luis Alberto potrebbe aggiudicarselo”.

A.F.

Email inviata con successo

Longo: Pareggio ok, ma salvezza da raggiungere

23/07/2020 01:00

"La salvezza non è ancora matematica pertanto è un obiettivo da raggiungere. Stiamo remando tutti verso questa direzione. Le prossime tre partite per noi sono fondamentali. Del pari con l'Hellas ci riteniamo soddisfatti". Così in sintesi, l'allenatore del Torino, Moreno Longo, al termine del match pareggiato 1-1 col Verona. Prosegue il mister granata: "Dopo il lockdown non è stato possibile allenarsi come se fossimo in una situazione normale. Si gioca ogni 3 giorni ed i calciatori hanno bisogno di rifiatare. Io cerco di spronarli a fare del loro meglio. La mia riconferma? Pensiamo prima di tutto a salvarci, pertanto dopo l'Hellas, ora testa alla Spal. La società a bocce ferme farà poi le sue valutazioni".

A.F.

Email inviata con successo

Gasperini: Dopo Roma, Hellas voleva rifarsi

18/07/2020 21:15

"Non parliano di scudetto perchè è eccessivo. Abbiamo la possibilità di andare in Champions e la sfrutteremo per farcela. La gara di oggi è stata molto buona, contro un avversario difficile. Dopo ciò che è successo a Roma, l'Hellas aveva voglia di rifarsi". Così in sintesi, l'allenatore dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, al termine del match pareggiato 1-1 al Bentegodi. Prosegue il tecnico della Dea: "Diamo tanto di cappello al Verona perchè ha giocato bene. Nel primo tempo ci è mancata freschezza. Se fossimo stati più lucidi, avremmo anche raddoppiato".

Sulla lotta scudetto: "Ci tiriamo fuori, ma alla qualificazione in Champions ci pensiamo".

A.F.

Email inviata con successo