GENOA-VERONA 3-0

Verona quasi impalpabile
Genoa vince (3-0) facile

02/08/2020 19:50

Il Verona più brutto della stagione perde a Genova coi rossoblù di Nicola per 3-0 (13' e 25' Sanabria, 44' Romero) e saluta male una stagione comunque largamente soddisfacente. Al Ferraris vince il Genoa e si salva, mentre in B va il Lecce (sconfitto al Via del Mare 3-4 dal Parma). Tutto facile per i padroni di casa che già nel primo tempo conducevano 3-0 col minimo sforzo (3 tiri e 3 gol). Assolutamente impalbabile l'Hellas che perde pure Pessina per infortunio (causato da un fallo di Romero, ammonito dall'arbitro Irrati). Espulso anche mister Juric per proteste. Nella ripresa gli scaligeri cercano di fare qualcosa in più, complice anche l'espulsione di Romero (doppio giallo al 62'), ma in realtà, non riescono mai ad impensierire seriamente Perin. Anche l'inserimento di Pazzini, non dà gli effetti sperati. Il nr 11 gialloblù non trova il 200° gol tra i professionisti. Finale incandescente con l'espulsione di Amrabat e Cassata per reciproche scorrettezze. Il Genoa resta in 9 e l'Hellas in 10.

-----------------------------

Fine Match

90'+5', cross di Veloso in area per la testa di Pazzini, il quale non riesce a colpire.

90'+2', dalla destra diagonale potente di Faraoni, parata di Perin.

90'+1', espulsi Amrabat e Cassata per reciproche scorrettezze.

assegnati 5' di recupero

82', nel Genoa escono Pandev e Jagiello e vanno dentro Pinamonti e Cassata.

79', sinistro di Veloso da fuori area, Perin devia in corner.

74', nel Verona altro cambio: dentro Salcedo e fuori Gunter.

73', sugli sviluppi di un corner, palla a Dimarco: botta di sinistra e traiettoria completamente sballata.

67', Faraoni dalla destra per la testa di Borini che svirgola, con la palla che finisce a lato.

63', nel Genoa esce Sanabria e dentro Goldaniga.

62', rosso a Romero (doppio giallo) per fallo a Pazzini ed espulso anche il mister scaligero Ivan Juric per proteste.

61', destro di Lazovic, palla alta sopra la traversa.

58', Borini dalla destra, mette al centro per Pazzini che in girata prova la conclusione (debole) da pochi passi: para Perin.

54', cross al centro dell'area per la testa di Borini per Pazzini, "pescato" però in posizione irregolare. La deviazione del nr 11 gialloblù era stata comunque parata da Perin.

48', ammonito Masiello per fallo su Eysseric.

46', nel Verona fuori Di Carmine e Pessina e dentro Pazzini e Borini.

Via alla ripresa

Termina la prima frazione di gioco al Ferraris col Genoa in vantaggio di tre gol (13', 25' Sanabria e 44' Romero). Hellas assolutamente impalpabile e Genoa virtualmente già salvo.

Fine primo tempo

45'+3', ammonito Romero per fallo su Pessina che esce dal campo infortunato.

assegnati 4' di recupero

44', GOL-GENOA: angolo dalla destra, testa di Romero e Radunovic è battuto per la terza volta.

40', flipper in area genoana, alla fine botta di Rrahmani sul secondo palo, deviazione di un rossoblù sui piedi di Pessina che non riesce a calciare per l'intervento di Perin.

35', poco da segnalare. Il Verona non riesce ad imbastire un'azione fluida per arrivare al tiro. Genoa forte dei due gol di scarto, controlla e aspetta.

25', GOL-GENOA: palla filtrante (sul filo del fuorigioco) di Pandev per Sanabria lasciato libero dalla difesa scaligera: l'attaccante si presenta a tu per tu con Radunovic e lo fredda.

23', primo cambio nel Genoa: dentro Barreca e fuori Criscito, infortunato.

20', dopo il gol del Genoa, arrivato come un fulmine a ciel sereno, al momento nessuna reazione degna di nota del Verona.

13', GOL-GENOA: Lerager dalla destra, mette in mezzo per Sanabria (dimenticato da Gunter) che di testa fulmina Radunovic.

12', gara equilibrata al Ferraris con il Verona leggermente più brillante nei fraseggi dei padroni di casa.

6', ammonito Sanabria per il Genoa per fallo su Pessina.

2', esterno di Dimarco da appena dentro l'area e palla che esce di poco alla sinistra del portiere Perin.

Via al primo tempo

Con Genoa-Verona, tra poco in campo (ore 20.45), terminerà il Campionato di Serie A 2019/20. L'Hellas è 9° in classifica con 49 punti e si gioca le ultime possibilità (veramente poche), di scavalcare il Sassuolo (al Mapei con l'Udinese) per arrivare 8°. Ciò garantirebbe l'ingresso diretto agli ottavi di finale con turno casalingo, alla prossima Coppa Italia. Il Genoa però si gioca molto di più, ovvero la permamenza in Serie A. Per gli uomini allenati da Nicola, sarà una sfida a distanza con il Lecce, impegnato al Via del Mare col Parma. In classifica infatti, rossoblù liguri quartultimi a quota 36, mentre giallorossi pugliesi a 35. Dando uno sguardo alle formazioni del Ferraris, il Verona di Juric (ex Genoa), come è stato nella gara precedente con la Spal, è in piena emergenza in difesa. Nel pacchetto arretrato, rispetto al match coi ferraresi, in più c'è solo Rrahmani, rientrato dalla squalifica. Con lui, Gunter (in prestito al Verona, ma di proprietà del club di Preziosi) e Dimarco. A centrocampo, Veloso (altro ex rossoblù) e Amrabat interni, mentre sulle fasce ci sono Lazovic (ancora un altro ex Genoa) a sinistra e Faraoni a destra. Sulla trequarti, Eysseric e Pessina, sosterranno la punta Di Carmine. Il Genoa di Nicola, frastornato dal 5-0 col Sassuolo di mercoledì scorso, si disporrà col 3-5-2. Nell'11 di casa sono presenti fra gli altri, l'ex gialloblù Behrami, sulla fascia Criscito ed in attacco Pandev e Sanabria.

TABELLINO

GENOA-VERONA 3-0

MARCATORI: 13' e 25' Sanabria, 44' Romero.

GENOA (3-5-2): Perin; Zapata, Romero, Masiello; Ankersen, Lerager, Behrami, Jagiello, Criscito; Pandev, Sanabria

A disposizione: Marchetti, Barreca, Goldaniga, Iago Falque, Biraschi, Ghiglione, Schone, Destro, Cassata, Favilli, Rovella, Pinamonti

All.: Nicola

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Radunovic; Rrahmani, Gunter, Dimarco; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Eysseric, Pessina; Di Carmine

A disposizione: Silvestri, Berardi, Badu, Stepinski, Pazzini, Verre, Borini, Lucas, Zaccagni, Terracciano, Salcedo

All.: Juric

Arbitro: Massimiliano Irrati (Sez. AIA Pistoia)

Assistenti: Ciro Carbone (Sez. AIA Napoli), Alessandro Costanzo (Sez. AIA Orvieto)

ANDREA FAEDDA


 
  • Penzo11

    il 03/08/2020 alle 22:47 “È Sempre Stato Così Perché ....”
    .....io non faccio male a te oggi, chissà mai che in futuro le parti si invertano ed allora tu te ne ricorderai (così come del contrario, se giochi alla morte)
     
  • Claudio

    il 03/08/2020 alle 09:00 “"luca"”
    a questo punto era meglio mettere qualcuno della primavera al posto degli ex , forse facevano più bella figura
     
  • Luca

    il 03/08/2020 alle 08:37 “Bugie”
    Ah certo, avevamo infortunati 5 centrali (Kumbulla, Lovato, Empereur, Dawidowicz, Bocchetti) e Juric avrebbe dovuto tenere fuori Gunter che ha fatto una grandissima stagione solo perché "ha giocato nel Genoa"? E chi metteva? Facevamo la difesa Faraoni - Rrahmani - Dimarco? E a centrocampo, se lasciavamo fuori Veloso e Lazovic, sentiamo, chi poteva mettere? Siete ridicoli
     
  • Bugie

    il 03/08/2020 alle 08:28 “Luca”
    guardati il primo goal dov'è Gunter e cosa fa. Nemmeno lo guarda alle spalle il difensore che è la prima cosa da fare per un marcatore. ma dai !!1 Per me ieri Juric doveva lasciar fuori Gunter, Veloso e Lazovic, cosi non si condizionava la partita. Dimmi come faceva Veloso fare un dispetto al suocero Preziosi ! mai visto tirare delle punizioni così sbagliate come oggi, perfino quelli scarsi commentatori di DaZ** lo hanno detto. Non mettiamoci il prosciutto sugli occhi. Bel campionato, bella salvezza, ma non ci prendano per il ku.lo con dichiarazioni di guerra prima della partita. A pensar male, credo che anche Juric si sia fatto buttar fuori per non "condividere" il biscotto.....e non dover rispondere a scomode domande. Pensateci.
     
  • Mario

    il 03/08/2020 alle 03:05 “"nessuna Resa"”
    Quoto al 100%, mi sono vergognato. E c'entra nulla l'essersi salvati. Hanno fatto il loro dovere salvandosi, e questo non giustifica vendere la partita (diciamo: "non giocarla?": E' LA STESSA COSA). Dignità si chiede solo DIGNITA', E RISPETTO PER I TIFOSI, E PER LA MAGLIA, CHE NON HANNO AVUTO IERI. SCHIFO.
     
  • Luca

    il 03/08/2020 alle 01:04 “A Volte”
    Mi vergogno di buona parte dei tifosi che scrivono su questo blog...Lamentarsi in questo modo di una partita di fine stagione, dove peraltro il Genoa ha fatto 3 tiri e 3 gol, (noi 18 tiri) ma soprattutto dopo una stagione del genere... Tutti a parlare di biscotto di qua e di là... è davvero impossibile accettare che un'altra squadra possa essersela giocata con le unghie e con i denti, essendo la partita decisiva?
     
  • Nessuna Resa!

    il 02/08/2020 alle 23:18 “Perdere Fa Parte Del Gioco...”
    Non provare nemmeno a giocarsela un po’ meno e soprattutto non è nel dna di questa squadra che è sempre uscita a testa alta dal campo tranne in due occasioni, a Brescia e stasera, guarda caso con 2 squadre con un piede in B e ad una abbiamo regalato una salvezza comoda che comunque avrebbe raggiunto lo stesso visto che il Parma a differenza ns a Lecce ha giocato. Peccato perché non ci siamo dimostrati diversi dagli altri ma perfettamente omologato al classico stile italico. Grazie comunque a Juric e tutta la squadra per l’ottimo campionato ed una salvezza che onestamente nessuno pensava possibile ad inizio campionato. Peccato anche per la sosta forzata che ci ha sicuramente danneggiato e che alla ripresa con partite a raffica ed una rosa corta ci ha chiaramente penalizzato (solo 3 squadre dalla ripresa hanno fatto meno punti di noi). Senza lo stop forzato sono sicuro che avremmo fatto molto meglio ma va bene così e speriamo che il mr sappia fare un altro miracolo il prox anno, ma la società stavolta dovrà dargli una mano importante! FORZA VERONA
     
  • Claudio

    il 02/08/2020 alle 23:17 “......ancora Una Cosa!”
    VIA GÜNTER DA VERONA !!!! INDEGNO !!!!!........VATTENE!
     
  • Claudio

    il 02/08/2020 alle 23:13 “Peccato!”
    proprio una bella figura di [email protected] !!!!!!
     
  • Caramhellas4

    il 02/08/2020 alle 23:04 “Hellas Gig”
    Conta la avulsa, sei nono