BASKET A2

Tezenis fermata ad Udine
primo stop in Supercoppa

17/10/2020 22:42
Nella seconda gara di Supercoppa, la Tezenis Verona esce sconfitta dal PalaCarnera di Udine con il punteggio di 84-69.

La Tezenis ha dovuto rinunciare a due giocatori perché oltre alla già annunciata assenza di Phil Greene, si è aggiunta anche quella di Giovanni Pini rimasto precauzionalmente a riposo a causa di un problema alla schiena.

La gara si apre con il tentativo immediato di fuga dei padroni di casa. L’allungo della formazione di Boniciolli si protrae fino al 10-6, prima del rientro dei gialloblù che prima rimangono in scia con il canestro di Candussi, poi firmano il sorpasso con la tripla di Severini che concretizza l’azione nata dal rimbalzo difensivo di Jones.

La Tezenis ingrana, Candussi colpisce dalla media (10-13) e Boniciolli è costretto al time out. Udine ritrova punti e con il canestro di Pellegrino, i padroni di casa si riportano in parità (17-17). Sulla sirena Amato si conquista tre liberi, realizzati, e fissa il punteggio dei primi 10 minuti sul 20-18.

Udine e la Tezenis si rincorrono in apertura di secondo quarto. Dopo tre minuti, però, sono i padroni di casa a scappare. La palla persa da Ceron in penetrazione e l’antisportivo fischiato a Colussa sul tentativo di contropiede di Johnson, danno ai padroni di casa il via per l’accelerazione fino al 29-22. Diana corre ai ripari con un time out ma al rientro in campo è ancora Johnson a colpire 32-22.

La Tezenis trova punti con Ceron e Tomassini ma Udine continua a colpire a ripetizione dalla lunga distanza. Al riposo lungo punteggio sul 46-39.

Il vantaggio per i padroni di casa torna in doppia cifra in apertura di terzo quarto. Sul 55-41 Diana chiama i suoi in panchina ma la Tezenis non trova soluzioni per avvicinarsi in maniera importante. Il quarto fallo fischiato a Tomassini, sfondamento in attacco, ferma la rimonta della Tezenis che poco dopo, da palla rubata, parte in contropiede con Ceron al quale viene fischiato lo stesso fallo del capitano. Il penultimo quarto si chiude sul 70-56.

Negli ultimi 10 minuti, Udine controlla il vantaggio. La Tezenis non riesce a ricucire il divario e si chiude sull’84-69.

Apu Old Wild West Udine – Tezenis Verona 84-69 (20-18, 26-21, 24-17, 14-13)Apu Old Wild West Udine: Michele Antonutti 20 (5/6, 2/5), Dominique Johnson 18 (2/6, 3/3), Lodovico Deangeli 14 (4/5, 2/3), Nana Foulland 11 (5/8, 0/0), Andrea Amato 6 (0/2, 1/6), Joseph yantchoue Mobio 6 (0/5, 2/5), Nazzareno Italiano 5 (1/1, 1/2), Francesco Pellegrino 4 (2/4, 0/0), Vittorio Nobile 0 (0/1, 0/1), John paul onyekachi Agbara 0 (0/0, 0/0), Riccardo Spangaro 0 (0/0, 0/0), Marco Maganza 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 13 / 18 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Lodovico Deangeli 8) – Assist: 23 (Dominique Johnson, Nazzareno Italiano 6)Tezenis Verona: Giovanni Tomassini 17 (6/7, 1/2), Francesco Candussi 12 (4/5, 0/2), Bobby ray Jones 11 (3/6, 0/4), Marco Ceron 10 (2/2, 0/2), Giovanni Severini 6 (0/1, 2/8), Guido Rosselli 5 (1/9, 1/2), Lorenzo Caroti 4 (0/0, 0/3), Andrea Colussa 2 (1/3, 0/1), Giorgio Calvi 2 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Giovanni Pini 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 23 / 27 – Rimbalzi: 29 10 + 19 (Francesco Candussi 9) – Assist: 14 (Giovanni Tomassini 5)
 
  • Henry

    il 18/10/2020 alle 08:30 “Solito Dubbio”
    E' mai possibile che il nostro americano si fermi a 11 punti pur con un consistente minutaggio ? Anche nei rimbalzi non sembra eccellere, non carica gli avversari di falli ed ha percentuali sui tiri appena sufficienti (ieri 0 su 4 da tre). Sono anni che non abbiamo una coppia di americani decente.