IL MISTER DEL VERONA, IVAN JURIC

"Gara strana, ma vinta.
Ai giovani serve tempo"

28/10/2020 21:06

“La gara è difficile da spiegare. Già all’inizio non eravamo al massimo, poi dopo l’infortunio di Faraoni e Ruegg, l’andamento del match è diventato tragico. All’interno dello spogliatoio stiamo vivendo una situazione difficile. La squadra ha giocato bene, ma negli ultimi minuti ha regalato due gol agli avversari. Dopo il 2-0 dovevamo stare sereni ed invece ci siamo andati a complicare la vita”. Così in sintesi il mister del Verona, Ivan Juric, al termine del match di Coppa Italia, vinto col Venezia 6-4 ai rigori. Prosegue l’allenatore scaligero: “Devo fare comunque i complimenti alla squadra perché dopo il 2-3, ha reagito meritando il pareggio. Il passaggio del turno poteva arrivare prima, senza passare per i rigori. Ad ogni modo per me sono buoni segnali. La reazione dei giocatori mi è piaciuta molto, perché l’abbiamo avuta in uno stato di forma precaria, con tanti infortunati. Dobbiamo guardare in positivo. Siamo ancora dentro la Coppa Italia, in Campionato abbiamo 8 punti e ora avremo due match prima della sosta. Dobbiamo fare il meglio che possiamo in queste 2 gare che ci aspettano. Poi ripartire con più giocatori a disposizione”.

Sui giocatori impiegati che finora avevano trovato poco spazio: “E’ l’anno più difficile da quando alleno. In assoluto. Sono arrivati 15/16 giocatori nuovi che non parlano la stessa lingua e arrivano da Campionati diversi. Molti sono giovani e dunque hanno meno esperienza. Non è facile assemblarli. Fino ad ora però mi stanno dando tante soddisfazioni. Vogliono imparare, sanno sacrificarsi e sono tutti uniti. Qualcuno oggi ha fatto bene, altri meno. Inutile però buttare la croce addosso a chi non ha giocato bene. Amione per esempio è un 2002 che non conosce la nostra lingua e che per la prima volta s’è immerso nel calcio vero. Bisogna dar loro tempo e aspettare che migliorino”.

Sulla gestione della squadra con l’emergenza Covid: “Sarà una banalità, ma serve la gente allo stadio. Serve il pubblico. Anche quelle 1000 persone che venivano a vederci, servivano. Ora nemmeno loro possono più entrare allo stadio. Sentire che giochi per qualcuno è troppo importante. I ragazzi si stanno comportando bene e stanno affrontando al massimo ogni gara. Mi hanno sbalordito, nonostante l’emergenza Covid e nonostante i tanti infortuni. Ad aggravare la situazione poi, c’è l’assenza del pubblico. La squadra però, al momento sta reggendo bene a tutto questo. Bisogna continuare così”.

A.F.


 
  • Mir/=\ko

    il 29/10/2020 alle 10:56 “Ok, Chissenefrega Della Coppa, Però...”
    il tanto sbandierato "amalgama tra giocatori e reparti" di una rosa praticamente ex novo, come cavolo lo costruisci?? Oltretutto in un contesto come quello attuale nel quale è saltata buona parte della preparazione e tutte le amichevoli connesse?? I grandi passi avanti di Vieira, ad esempio, credo possano essere imputati non solo agli allenamenti, ma anche alle partite che lo vedono sempre in campo. Agli infortuni, poi, ci dovremo abituare quest'anno... Ecco perché sarebbe servito qualche "baby" in meno e qualche maturo di qualità "pronto all'uso" in più!!! Vabbè, rimedieranno a gennaio, mi auguro. Pessina su tutti.
     
  • Johntra

    il 29/10/2020 alle 10:21 “Sbagliato La Formazione”
    con i casi di covid del Venezia e in vista della delicata partita con il benevento, aver schierato quasi tutti i titolari,invece di riserve e soprattutto primavera, è stato un errore che da Juric non mi sarei aspettato. Adesso vediamo se recupera almeno Faraoni se no siamo in mer..da. Cos ace ne frega di sta coppa???? Era davvero cosi' importante sprecare tante energie e uomini?
     
  • Luca

    il 29/10/2020 alle 09:30 “Amione”
    È un 2002, per età dovrebbe appena essere entrato in Primavera... ieri è stato messo per emergenza centrale di destra (e lui è mancino) e infatti si vedeva che andava in difficoltà
     
  • Mir/=\ko

    il 29/10/2020 alle 09:18 “Non Era Facile...”
    il Verona resta una cantiere e Juric sta ri-costruendo lo spogliatoio in una situazione, peraltro, di continua criticità causa infortuni a raffica. Quindi non bene: PIÙ CHE BENE!! Quanto alle critiche mosse contro il "baby Amione", credo che ogni giudizio sia del tutto superfluo... Di tutti quelli arrivati, è forse l'unico elemento reduce da una esperienza convincente in un massimo campionato. Avrà modo di dimostrare tutto il suo valore. Io sono quindi piuttosto soddisfatto del risultato con il Venezia, visto che mi aspettavo anche una debacle!!
     
  • Massimo R.

    il 29/10/2020 alle 08:45 “Grande Mister”
    Pensieri equilibrati, dice chiaramente quali sono i problemi senza esasperarli e allo stesso tempo lancia segnali positivi e incoraggianti per questi giovani ragazzi. Le capacità tecniche di Juric vengono dopo le qualità umane e morali. Spero resti a lungo.