COSA RESTA DOPO LA GARA DI COPPA ITALIA

Troppi infortuni e
bambini che crescono

29/10/2020 10:29

Cosa resterà di un folle pomeriggio di Coppa Italia in cui il Verona ha rischiato seriamente di uscire dalla competizione dopo essere andato in vantaggio per 2-0 contro il Venezia?

Resteranno sicuramente le parate del giovane portierino croato Pandur, buttato nella mischia da Juric e già una sicurezza.

Dovesse servire, dietro al nazionale Silvestri ora sappiamo che esiste una valida alternativa.

Ma restano e resteranno purtroppo anche i tanti troppi infortun. Frutto di una preparazione anomala, strana, difficile. E frutto probabilmente anche di quel finale di stagione compresso in cui il Verona ha giocato ogni tre giorni e poi di un mercato che è andato lungo, troppo lungo. A questo aggiungete i metodi di Juric, quei ritmi altissimi che sono un marchio di fabbrica e che però costringono ad avere una condizione perfetta. L’anno scorso era filato tutto liscio, quest’anno è invece un’annata buia da questo punto di vista. Ieri si sono bloccati nell’ordine Faraoni (fastidio al polpaccio) e Ruegg (contusione all'altezza della tibia). Praticamente l’intera difesa a cui si devono sommare le assenze di Veloso (forse rientra col Milan), Cetin, Di Carmine, Favilli e Kalinic (che lunedì recupera) in attacco e Lovato (dovrebbe farcela anche lui) e Benassi (tornerà a disposizione dopo la sosta).

Insomma, se ci pensiamo solo un attimo e a mente lucida è già un miracolo avere messo in campo undici titolari. Dobbiamo però abituarci perchè questo sarà un campionato che si giocherà anche sul fattore “panchina lunga”, in cui tutti, ma proprio tutti devono farsi trovare pronti. Anche quei "bambini", come li chiama Juric, che per forza di cose dovranno crescere in fretta. Tre di loro sono già diventati quasi adulti: Ilic (sempre più dentro ai meccanismi e con tanta personalità), Colley e ovviamente Lovato che dopo la gara con la Juventus è già nel mirino di grandi squadre (Milan, ma non solo). Un discorso a parte va fatto invece per Salcedo. Lo si può ritenere ancora un “bambino” o invece, dati i trascorsi con Juric, va giudicato come un "veterano" di questa squadra? Se fosse valida quest’ultima ipotesi, a Salcedo si chiede di fare un po’ di più rispetto alla scorsa stagione quando doveva (ricordate?) portare solo la sua freschezza. (g.vig.)


 
  • Penzo11

    il 29/10/2020 alle 22:55 “Caro Cuccarolo”
    Il tesoretto non c’è, è in Lussemburgo. Come tutti i paracaduti e tutte le vendite degli ultimi 8 anni.
     
  • Marcohvr

    il 29/10/2020 alle 21:48 “E Poi Ci Sono Anche I Soldi Da Dare A Volpi”
    in effetti a pensarci bene Settoiello ha fatto un mercato stupefacente. Parola di Justmary.
     
  • Loris Cuccarolo

    il 29/10/2020 alle 18:18 “Risorse? Quali?”
    I soldi di Kumbulla arriveranno. Ci sono i 30 milioni presi con 2 giocatori. 12 sono stati spesi, molti vanno a bilancio(non bastano i soldi di lega, sponsor e TV altrimenti perché vendere?). Quanti ne restano.. 8 milioni? Sparo a caso ma non sbaglio di molto. Cosa fai con 8 milioni. Compri Barak? O metà Simeone? O un altro Stepynky? Dai.. Ho sentito e letto che il mercato del Verona era RICCO!! Veniamo da 4 anni di magra.. Ora c'è un filo di grasso. Siamo nelle mani di un buon lavoro dello staff Hellas per non sperperare il tesoretto acquisito. Lavorare!!!!!
     
  • Marcohvr

    il 29/10/2020 alle 16:57 “Per Onestà Il Mercato Estivo è Stato”
    decisamente sottotono (in base alle risorse a disposizione). Abbiamo "preso" alcuni giocatori rotti (sperando che guariscano in fretta) e alcuni bambini molto interessanti (mi piacciono tutti), ma in caso di difficoltà? L'attacco poi...messa una pezza all'ultimo minuto con Kalinic (che non gioca da un bel po') altrimenti dovevamo giocare o con Di Carmine o con Favilli (rotti) tutto il campionato. Visti i molti infortuni prenderei qualche svincolato a parametro zero (Asamoah, Borini Mandzukic...solo per fare qualche esempio). Quattro soldini saranno rimasti in tasca all'innominabile o no?
     
  • Fabiano

    il 29/10/2020 alle 16:57 “Prestiti Si...”
    solo salsedo è un prestito secco..gli altri hanno diritto di riscatto...e secondo me molti verranno comprati...pensiero personale
     
  • Oste Chri

    il 29/10/2020 alle 15:32 “A Inizio Campionato..”
    ...juric disse che quest anno, a differenza dello scorso, ha panchina lunga con piu qualità...credo che se recuperano condizione fisica e dagli infortuni, da febbraio avrà i suoi grattacapi nelle scelte
     
  • Penzo11

    il 29/10/2020 alle 15:19 “Sono Completamente D Accordo.....a Metà”
    Non c è il progetto, una buona parte della squadra è in prestito, come sempre
     
  • Franco

    il 29/10/2020 alle 15:09 “Completamente D'accordo”
    Giovane_preben sono completamente d'accordo con te, l'unica pecca che si può trovare a questo mercato estivo è il mancato riscatto di Verre. La sterilità offensiva di questo inizio campionato forse è dovuta anche alla sua assenza. Ad ogni modo aspettiamo di ritrovare il migliore Benassi e forse poi quadreranno i conti. Da non escluderei nemmeno un ipotesi Ilic trequartista una volta recuperato Veloso.
     
  • Giovane_preben

    il 29/10/2020 alle 12:23 “A Proposito Di Mercato”
    Proprio questo articolo dovrebbe farci capire come sia decisamente migliorata la squadra quest'anno grazie al mercato. L'anno scorso abbiamo fatto un intero campionato con 13 giocatori praticamente (difesa e centrocampo sempre uguali e unici ballottaggi erano Verre/Zaccagni/Pessina e Di Carmine/Stepinski). Quest'anno nonostante una decina di potenziali titolari assenti contemporaneamente, riusciamo a mettere in campo una squadra più che sufficiente per portare a casa un punto meritato a Torino. Quindi gli 11 che vanno in campo potranno essere mediamente più scarsi dell'anno scorso (come ci ricorda Juric ogni volta che apre bocca), ma per quanto riguarda la costruzione di un progetto che dia un futuro più stabile alla squadra credo sia stato fatto un gran lavoro. Ovviamente ora su questa base andranno fatti continui innesti per alzare il valore medio.