DOPO 5 SCONFITTE

Pazza Tezenis: domina poi
rischia, ma vince 82-85

03/01/2021 18:15

La Tezenis torna alla vittoria espugnando il Palanorda: 82-85 sul campo di Bergamo, ultima in classifica e ancora a quota zero. Partita dominata per 30’ dai giganti gialloblù che dopo aver toccato il +29 nella ripresa, sono crollati nell’ultimo quarto fino al -2 prima del tiro libero di Tomassini ha ha messo al sicuro il successo. Così la Verona dei canestro interrompe la striscia di 5 sconfitte consecutive e apre il 2021 con una vittoria molto importante per la classifica e per l’autostima.

La Tezenis parte forte e con le triple di Greene, Candussi, Severini e Tomassini vola sul 10-18 dopo 6’, portando il vantaggio in doppia cifra con 2/3 ai liberi del Professore: 10-20 con un parziale 3-12. Vecerina dalla grande distanza interrompe la fuga veronese.

A ‘1’37” dalla prima pausa sul massimo vantaggio gialloblù (+11) debutto stagionale per Davide Guglielmi. Una preghiera di Bobby Jones con l’uomo addosso allo scadere del possesso regala il 14-27 alla prima pausa. 


Il secondo quarto si apre con un delizioso terzo tempo di sinistro di Candussi che capitalizza lo scarico in area. I giganti di Andrea Diana difendono come ossessi e la tripla di Caroti per il 14-32 costringe Calvani a spendere il secondo time-out con 7’ da giocare. Break 4-19 per la Scaligera.

Gli orobici sbagliano a ripetizione, però la Tezenis è molto presente anche a rimbalzo e guadagna extrapossessi che vengono capitalizzare: Jones e poi Caroti in virata marchiano il 16-37. Bergamo è costretta ripetutamente a forare allo scadere dei 24”, un ulteriore plus per Verona che così in attacco può giocare in scioltezza e senza affanni: 18-41 con due liberi di Jones. Candussi torna in panchina e Easley firma un mini break 5-0. Calvani si affida alla zone-press a tutto campo e Caroti pesca un trepunti da 9 metri ancora allo scadere del possesso. 25-44 all’intervallo.


In avvio di ripresa la musica non cambia. La Tezenis continua a spingere sull’acceleratore, le triple di Severini e Greene e i canestri di Jones e Candussi dilatano il vantaggio veronese sul +25 (31-56) dopo 3’. Filippo Verde firma un gioco da 3 per il 34-61. La partita è dominata da Verona, nuovo massimo vantaggio sul 35-65 sfiorando il trentello con 2/2 di Giga dalla lunetta. Un minibreak 5-0 dei padroni di casa induce Diana a chiamare subito time-out. Bergamo risale fino al -20 (49-69), arginata da Janelidze. 51-71 all’ultima pausa.


Due triple di capitan Tomassini e un centro pesante di Greene tengono la Tezenis in controllo, nonostante i guizzi del duo americano della Withu. Bergamo risale al -14 con Purvis e Zugno (68-82) e Diana richiama in panchina la squadra con 4’12” da giocare. I giganti gialloblù sono un po’ scarichi e subiscono la schiacciata di Easley per il 70-82, la difesa di casa mette molto più le mani addosso e Candussi ne risente. A Easley viene concesso un rimbalzo offensivo fermato con il fallo da Jones, l’americano fa 0/2 ma i lombardi guadagnano un altro extrapossesso che porta Candussi al quinto fallo. Il pallone pesa troppo nelle mani dei gialloblù, Greene commette sfondamento e Bergamo si esalta ancora di più. A due minuti esatti dalla fine Purvis riporta la Withu sotto la doppia cifra (74-82), l’americano sbaglia il tiro successivo però Jones e Janeliddze si scontrano a rimbalzo. Nuovo possesso per Bergamo, Easley ringrazia: 76-82 quando sta per cominciare l’ultimo giro di lancette dell’orologio.

Il vecchio, caro passo e tiro manda a canestro Tomassini che chiude il parzialone 13-0 bergamasco. Pullazi fa 78-84 con 2 liberi. Caroti sfiora il ferro allo scadere del possesso.A -19” tap-in di Easley per il -4, Bergano ha ancora un fallo da spendere, Greene si fa rubare palla. Easley segna su rimbalzo offensivo a 1”83 dalla sirena. Time-out Diana che permette alla Tezenis di andare a fare la rimessa in attacco evitando rischi. La With ferma il cronometro con 91 centesimi, Tomassini fa 1/2 e mette al sicuro la vittoria. Ma che sofferenza! (Mariobasket)


 
  • Mariobasket

    il 08/01/2021 alle 13:09 “Non Sono Permaloso, Ma Obiettivo”
    Gentile Michele, vedo adesso mi dà del lei dopo avermi dato del tu. Allora Ella sappia che mescola le mele con le pere, visto che confronta la produzione di LNP con quella della partite casalinghe della Tezenis e come tutte quelle che peraltro sono sulla piattaforma Lnp Pass (a pagamento). Sarà fattuale, ma la produzione che tanto le piace e che piace pure a me e che vorrebbe vedere ad ogni partita, impone dei costi che sono inevitabilmente anti-economici, non essendo una piattaforma a pagamento. La ringrazio per avere citato come competitors di Telenuovo Eurosport, Sportitalia e magari Sky (visto che parla di A1, Eurolega, le Coppe…), ma probabilmente non ha contezza che questo è il prodotto. Quanto a me, non mi nascondo dietro a nulla, al contrario suo (faccio finta di credere che quello sia il suo nome, evidentemente usa la mail di un’altra persona). Nel precedente commento ha contestato l'uso della mascherina, adesso se la prende con il microfono. Non so se lei sia un sponsor, in ogni caso non paga affatto il mio stipendio. E le ricordo sono più anziano di lei, quindi ha cannato pure anche questa lezioncina, compresa quella sui miei doveri. Non faccio certo l'inviato di guerra, ma permetto di fare ironia sulle persone malate paragonando un audio che ritiene scadente con il reparto di pneumologia. E l'ha capito benissimo. I consigli degli appassionati come lei sono utilissimi e rappresentano uno stimolo a migliorare, quando si può. I toni sgangherati come il suo no. La ringrazio per la stima che contraccambio.
     
  • Michele

    il 07/01/2021 alle 13:47 ““non Sono Permaloso. Se Davvero Pensi Questo Di Me, Non Ti Parlo Piu’””
    ....carissimo Poli...capisco che ad un cronista come lei non abbia fatto piacere la critica che le ho mosso. Pur tuttavia dal basso della mia posizione mi permetto ad invitarla a perseguire sempre il meglio per cio’ che fa di professione. Un professionista non si adagia ma si mette costantente in discussione e si chiede - guardandosi in giro ed aggiornandosi tra i vari competitors del suo campo - come fare di meglio. Mi spiace che lei, invece di considerare come darci un servizio migliore, dall’alto del suo ruolo non ammetta voci - mi permetto di sottolineare che sono parecchie - che la sprinano a migliorarsi (ed a migliorare la qualita’ della produzione). Non proponendocinla solita filastricca del “se e gratis, accontentati”, visto che il suo stipendio lo pagano gli sponsor che, come me, mandano avanti la sua emittente perche’ la considerano un buon veicolo pubblicitario. E’ fattuale che le immagini della diretta domenica scorsa siano quanto meno in linea con i tempi che viviamo. Parlo dei replay (che non li concepisco nel 2021 come qualcosa di “spaziale”...), parlo anche semplicemente del display che segna i secondi che mancano alla fine dell’azione. Parlo di voglia di far meglio. Guardo (in tv purtroppo) tanto basket di A1, di Eurolega, di Coppe. E la voce e’ importante caro Poli: se ai nasconde dietro il protocollo Tezenis, abbia l’accortezza di siatemarsi almeno il microfono vicino alla bocca. Perche’ altrimenti da casa NON la sentiamo. E le sue poesie e citazioni cinpiacerebbe sentirle chiare e forti. Cosi come sentirci meno “featellino di un dio minore” con la qualita’ delle immagini che risultano statiche, lontane, troppo in contrasto con la luce che si riflette dal nostro bel parquet. Quanto al consiglio patetico di andare a pneumologia, lascio perdere, perche’ se bin ha avuto l’acume e l’apertura mentale per capire cosa le auggerivo, a nulla varra’ che le ricordi che lei non fa l’inviato di guerra, ma e’ pagato dalla sua emittente per portarci la gioia ed il divertimento che il nostro amato basket riesce a darci. Le mie generalita’ - vedo che mai alcuno prima di me le ha date - se ho offeso sua maesta’ il principe dei telecronisti, sono Michele Poli. Ho 52 anni, amo e vedo il basket nostrano da piu’ tempo di lei. Approcciandomi ad essi per passione. E non per professione, cosi com’e’ per lei, che ha il dovere di darci il massimo di quel che ha dentro. Arrivederci...con stima - mi creda, senza sarcasmo - nei suoi confronti.
     
  • Mariobasket

    il 04/01/2021 alle 16:31 “Michele Leoncino Da Tastiera”
    La mascherina all'interno del palasport è obbligatoria, come prevede il protocollo della Scaligera Basket. Se altri non la mettono non è un buon motivo per rispettare le regole. E visto che fai anche lo spiritoso, ti invito a fare un giro in pneumologia, ti passerà la voglia di fare battute sulle persone che stanno male. Quanto alla produzione, guardati le immagini delle altre emittenti per fare confronti, visto che paragoni la produzione LNP. Visto che non paghi nulla (la partita era disponibile sul DTT, senza nessun abbonamento), non rubi nulla. E L'unico furto è quello alla tua educazione. E impara a firmarti con nome e cognome.
     
  • Henry

    il 03/01/2021 alle 20:48 “Al Solito”
    Persi i rimbalzi e non per uno ma per oltre 10. Green peggio di un qualsiasi giocatore italiano, gli venga tagliato lo stipendio o lo si mandi via. Comunque abbiamo 8 giocatori validi se uno o 2 si infortunano si gioca in 6, è dura.
     
  • Michele

    il 03/01/2021 alle 19:47 “Ottima Diretta”
    Star qui a disquisire oltre su una vittoria risicata contro la squadra materasso del campionato non vale la pena. Invece umilmente spero che Telenuovo veda la partita su LNP per capire come si trasmette decentemente nel 2020. Replay ad ogni time-out, statistiche, più telecamere posizionate anche sotto canestro, audio finalmente comprensibile (Poli ascoltati perchè alcune volte pare che tu stia trasmettendo dal reparto di pneumologia dell'ospedale perchè non si capisce come mai dagli studi televisivi tutti i tuoi colleghi, in un ambiente chiuso ed a distanza ravvicinata, trasmettano senza mascherina, mentre te ci proponga questi audio molto "alla viva al parroco"). Finalmente non mi è sembrato di essere un pirata del web che ruba la diretta ma un cliente che paga per vedere una partita con tutti i crismi del caso. Oggi insegna: volere è potere. Ma se invece ci mettiamo un omino tirato su per strada e posizioniamo la telecamera al nostro Forum con una visione statica e con un audio dalla cantina, allora da Bergamo abbiamo tanto da imparare...
     
  • Massimo

    il 03/01/2021 alle 19:42 “Niente Scuse !!!!!!”
    cosa centrano gli arbitri..... abbiamo fatto pietà e basta !!!!!!! E' inammissibile che da + 29 si rischi così nel finale con tutti i titolari... Avessero giocato i vari guglìelmi, beghini, e ragazzini vari potrei capirlo, ma dai professionisti no, non e no !!!!! Q'uest'anno come non mai rischieremo la retrocessione, altro che serie A1 se non si pongono rimedi immediati trasversalmente a tutti i livelli, dirigenza compresa..... Green inaffidabile, nonostante la doppia cifra. non può essere l'uomo decisivo per l'ultimo tiro.
     
  • Pippo

    il 03/01/2021 alle 19:15 “.....”
    Cosa sia successo nell'ultimo quarto dovrà essere analizzato a fondo da Diana e dai giocatori, sperando che A) trovino il problema e B) trovino i rimedi. Però, visto cha abbiamo vinto, si può dirlo: NON esiste che una squadra che pressa per quasi tutta la partita (con maggior intensità nell'ultimo quarto), non arrivi neppure al bonus. Il fatto che abbiamo fatto pena non autorizza ai fischietti di permettere il wrestling.