CELEBRATO DALL'ELEMOSINIERE DEL PAPA

In Vaticano il funerale di un
senzatetto veronese ex Hellas

25/01/2021 17:18
Stamani a Roma, nella parrocchia San Pio X, l'elemosiniere del Papa, il cardinale Konrad Krajewski, ha dato l'ultimo saluto a Roberto Molinari, un senzatetto veronese di 64 anni che ha trascorso parte della sua vita in Piazza della Città Leonina, fuori le Mura Vaticane.

Lo chiamavano "Robertino", e non è morto per freddo perché, negli ultimi tempi, aveva ascoltato la voce dei volontari e dopo tante polmoniti, si era trasferito al dormitorio di Binario 95 alla Stazione Termini.

Il calcio era la sua passione. Originario di Oppeano, paese nel quale sarà sepolto accanto ai genitori, aveva avuto un passato nell'Hellas ma un infortunio gli aveva impedito di proseguire la carriera.

A salutarlo stamani nella parrocchia romana c'erano le persone che gli sono state accanto, dalla Comunità di Sant'Egidio ai volontari di Natale 365, agli ispettori di polizia che proprio nella Piazza della Città Leonina hanno il loro ufficio. Ha presieduto il funerale il cardinale Krajewski, concelebrando con il cardinale George Pell, monsignor Arthur Roche, segretario della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti e una decina di sacerdoti.

"Era una persona allegra, solare, nei pranzi che facevamo faceva ridere tutti", racconta a Vatican News il cardinale Krajewski. Per questo, spiega, "era coccolato" da chi lo conosceva. Si faceva voler bene, "donava - fanno sapere dalla Comunità di Sant'Egidio - le maglie di alcune squadre di calcio che teneva nella sua valigia".

 
  • Mario

    il 26/01/2021 alle 06:54 “Forse Giocò Nella Primavera”
    In uno dei siti più completi "hellastory" non risulta tra i giocatori del Verona. In ogni caso Riposi In Pace, perchè è triste, morire lontano da casa.
     
  • Venus

    il 26/01/2021 alle 00:24 “Molinaro”
    Non me lo ricordo ma spero che gli ex gialloblu lo onorino. Dall'articolo letto ho visto che i tuoi conoscenti ed amici a Roma ti hanno salutato con rispetto ,segno che nonostante le disavventure della vita hai saputo farti voler bene . R.I.P. Guerriero gialloblu.
     
  • Stefano56

    il 25/01/2021 alle 21:05 “Bello”
    questo articolo! Bello che venga ricordato e data quindi memoria ad un ultimo, ad un uomo ai margini dell'indifferenza di tutti noi. La mia, per prima. RIP, anche tu, nella folta schiera degli hellas in Paradiso
     
  • Inclineatutto

    il 25/01/2021 alle 18:55 “Rip”
    ...