DEBUTTO AMARO PER RAMAGLI

Disastro Tezenis, crollo
finale a Biella: 85-80

14/02/2021 20:10

La Tezenis perde anche a Biella, crollando nell'ultimo quarto. Una sconfitta bruciante, e questa volta non è colpa di Andrea Diana. Un k.o. pesante che consegna ai lanieri il 2-0 nel doppio confronto, con Verona al quarto stop consecutivo e sempre più giù in classifica, terzultima con due punti di vantaggio proprio sui lanieri.

L'assenza improvvisa di Caroti per un ematoma post contusivo non può certo giustificare il calo della Scaligera, che era stata in controllo per quasi tre quarti di gara. La “cura” Ramagli si è vista fino a poco dalla fine del terzo quarto, quando i giganti gialloblù si sono arrampicati sul massimo vantaggio (55-69), regalando poi un break al 17enne Berdini e a Bertetti (classe 2001).

Dopo meno di 4 minuti dell'ultimo quarto Biella ha già completato la rimonta sorpassando con una tripla di Carroll: 74-72 con 6'15” sul cronometro. Greene aggancia su assist di Rosselli, Cadnuss riporta avanti Verona nell'unico lampo prima di un finale disastroso per il centro gialloblù. Phil Greene infila il suo punto numero 16 con un rimbalzo offensivo allo scadere del possesso (75-78), il lungo Barbante completamente libero punisce dalla grande distanza per il nuovo aggancio.

Greene va in penetrazione e firma il +2 veronese, un canestro un po' fortunoso di Hawkins (guardato da Jones) allo scadere del possesso suona come un triste presagio per la Tezenis: 81-80 e time-out Ramagli con 1'01” da giocare.

Nell'ultimo giro di lancette dell'orologio i giganti gialloblù combinano solo pasticci: due palle perse di Greene, una di Candussi che subisce anche una stoppata, una tripla sbagliata da Greene. In mezo un contropiede finalizzato da Carroll sulla palla persa da Filippo Verde, a 19” dalla sirena due liberi di Laganà che capitalizza in fallo speso da Jones per fermare il cronometro. Il possesso successivo, con la situazione già compromessa, è una sentenza dello sbando finale gialloblù: Greene perde palla nel traffico e Biella festeggia.

C'è tanto da lavorare per Alessandro Ramagli, soprattutto sulla tenuta mentale dei giocatori. Il coach gialloblù ha lanciato Rosselli in quintetto lasciando Tomassini in panchina per affidare a Greene la cabina di regia. Tezenis avanti 15-23 alla prima pausa, 38-44 all'intervallo, 61-69 alla fine del terzo quarto, senza mai riuscire a mettere in ghiaccio la partita (49-57 con l'unico canestro dal campo di Tomassini, 51-60 tripla di Severini, 53-62 con Janelidze, 53-64 con Greene, 55-67 con un gioco da 3 di Pini, 55-69 con Greene. Parziale 10-21).

Ramagli già prima dell'intervallo aveva allungato le rotazioni concedendo quasi 5 minuti a Guglielmi. L'approccio di Greene è stato incisivo da subito, Pini (che nelle precedenti partite aveva manifestato di “non farcela”) ha chiuso con 15 punti in oltre 22' e ben 7 falli subiti, secondo miglior realizzatore gialloblù dopo Greene a quota 18. Verona ha concesso 31 tentativi da 3 a Biella, selezionando meglio i tiri in attacco: 20/32 da 2 e 9/23 nelle triple. La Tezenis ha prevalso anche a rimbalzo (34-32), ma le 18 palle perse pesano come macigni, soprattutto le 3 nell'ultimo minuto.

Domenica all'AGSM Forum arriverà Piacenza e la Tezenis dovrà cominciare a mettere davvero le mani nella famosa merda. LDM docet. (Mariobasket)


 
  • Torio

    il 16/02/2021 alle 19:32 “Eccomi Qua”
    Henry, sono sempre più convinto che le sconfitte ti facciano piacere per il solo motivo che ti danno tanto sprint (o spriz) per commentare. Greene è un gran giocatore per la nostra squadra, ne resto convinto, ma finora non ho dato come in passato. Annata storta? Infortuni? Usato male? Su Jones non so, lo conosco poco e non sta meritando la conferma. Sotto le plance abbiamo finalmente Pini che sta facendo bene e siamo migliorati sui rimbalzi. Qui è un problema mentale, l'ambiente non riesce da anni a fare rendere i giocatori come potenzialità, non credo sia l'allenatore, ma tutti quelli che costituiscono la squadra. Insisti con Udom ma credo sia stato lui ad andare... in A ! Come dargli torto... Se ti esalta commentare le miserie, io sono ben diverso.
     
  • Pippo

    il 15/02/2021 alle 14:05 “Henry”
    Secondo me, teoricamente, Candussi in A2 è fortissimo: con la sua doppia dimensione (1c1 da sotto, buona mano da 3), potrebbe essere immarcabile. Mi resta un dubbio: spesso e volentieri spacca il mondo nei primo tempo per poi sparire nel secondo. Limiti mentali o preparazione fisica deficitaria? In tutta sincerità Braida non mi convince. Vedi Udine ed esperimenti prima di Agrigento. P.S. Poi vedi Borra (buon mestierante, ma nulla di più) che ti fa un mazzo come una nave e qualche domanda te la poni.
     
  • Henry

    il 15/02/2021 alle 12:30 “ A Pippo”
    Volentieri lo sprizt quando si potrà; per finire Grenn molto discontinuo e mai decisivo, Jones penso sia giunto già da qualche tempo alla pensione, in società dovevano fare alcune considerazoni prima di rinnovargli il contratto anche perchè l'anno scorso non aveva mostrato tanto più di quello di quest'anno. Uno fra Udom e Poletti andava tenuto. La composizione della rosa doveva tener conto che Candussi non è un centro vero e proprio visto che ama allontanarsi dal canestro.
     
  • Pippo

    il 15/02/2021 alle 10:14 “Henry”
    Carissimo, se mi metti in bocca cose che non ho mai detto... comunque: il Greene di quest'anno è un lontano parente di quello di due anni fa. Di chi sia la colpa non so, però in estate tutti l'hanno considerato un buon acquisto. Certo che se in un periodo in cui va a sprazzi gli si assegnano anche compiti di regia (ieri Tomassini è stato in campo solo 18 minuti) non lo aiuti di certo. P.S. non ho mai fatto interventi critici, ma neppure incensamenti. Comunque, non una cena, ma uno spriss te lo offrirei lo stesso.
     
  • Henry

    il 15/02/2021 alle 09:07 “Pippo”
    "Fortissimi" era un 'esagerazione ironica dal momento che non ho mai visto un tuo commento critico verso prestazioni, giocatori e decisioni societarie, similmente a Torio. Ti inviterei invece ad essere più educato nei commenti e commentare anche le sconfitte e non solo le vittorie; ti ricordo che le critiche hanno anche il lato positivo di stimolare al miglioramento.
     
  • Pippo

    il 14/02/2021 alle 21:17 “Henry”
    Trovami un post dove ha affermato che gli americani sono fortissimi e ti pago una cena. In alternativa cambia pusher.
     
  • Max

    il 14/02/2021 alle 21:03 “Sostituzioni...”
    Non basta cambiare allenatore, devono essere al piu' presto cambiati i due finti americani !!!! E intanto la B1 e' sempre piu' una realta' !!!!
     
  • Henry

    il 14/02/2021 alle 21:02 “Americani Fortissimi, Chiedere A Torio E Pippo”
    Lo si vuol capire che il nostro primo problema sono i due americani, conseguentemente colpevoli chi li ha ingaggiati e chi ne ha convalidato la scelta. Ora c'è da dubitare anche di salvarsi.
     
  • Pippo

    il 14/02/2021 alle 20:49 “Tenuta”
    Al di là di tutto mi spaventa il crollo soprattutto fisico nel finale: ribadisco che forse il problema sia "anche" Braida. Agrigento docet.
     
  • Otello

    il 14/02/2021 alle 20:38 “Americano”
    Serve almeno un Americano anche scarso ma che sia più concreto e meno attore in campo... di Bobby Ray Jones anche questa sera siamo scoppiati nel finale del terzo e quarto tempo contro una squadra modesta che noi siamo riusciti a farla diventare grande...