BASKET A2

Ramagli: Tanta
confusione in attacco

15/02/2021 09:40

Al termine della gara giocata a Biella e terminata con la sconfitta per 85-80, coach Ramagli ha commentato: “Ci siamo sforzati di fare delle cose un po’ diverse nelle due metà campo. Devo dire che in generale dal punto di vista offensivo abbiamo fatto un po’ di confusione, però questa era abbastanza comprensibile visto che io sono nuovo quindi devo anche un po’ conoscere nel dettaglio le dinamiche dei giocatori. Ma soprattutto per un altro motivo: ovvero che noi abbiamo provato a fare qualcosa di diverso, cioè prenderci meno tiri da tre punti non costruiti e avere un pochino di più l’intenzione di attaccare l’area sia con le penetrazioni che con la palla dentro. Tuttavia non siamo ancora così bravi a farlo. Però, secondo me, per 27-28 minuti questa è stata la carta vincente. Oltre alla tenuta difensiva che, a mio avviso, è stata discreta. Il problema è che quando la partita è arrivata negli ultimi 10-12 minuti noi ci siamo rifugiati nelle nostre vecchie brutte abitudini di non costruirle in questo modo, accontentandoci dei tiri da fuori, perdendo palloni che hanno aperto per il loro contropiede, sapendo che era uno dei loro aspetti di gioco più importanti. Nel primo tempo hanno fatto solo 9 punti in contropiede, come noi, ma hanno finito alle 23. Quindi questo significa che nel momento in cui l’ossigeno al cervello è diventato poco le cattive abitudini cestistiche hanno preso il sopravvento, tanto da generare un parziale importante per gli avversari. Poi c’è stata pure una violazione di passi clamorosa sul tiro che ha deciso la partita, però non c’è molto da dire e io non posso guardare quella violazione. Questi difetti sono quelli che ci portano a perdere, parlo al plurale perchè questa partita l’abbiamo persa noi, ci sono anch’io. Se continuiamo ad intestardirci in questo tipo di errori purtroppo stiamo percorrendo la strada sbagliata. La strada giusta era quella che abbiamo cercato di percorrere, anche con difficoltà, negli altri minuti: con la difficoltà di passare la palla dentro, con la difficoltà di usare triangoli, con qualche difficoltà a livello di penetrazione; però l’abbiamo fatto. E quello ci ha portato a tanti tiri aperti che abbiamo anche segnato e che ci ha permesso di condurre la partita fino a 14 punti di vantaggio. Purtroppo quando l’ossigeno è diventato poco ci siamo attaccati a cattive abitudini e le cattive abitudini ci hanno punito.”

Ora una settimana di lavoro per tornare in campo domenica prossima, all’AGSM Forum contro Piacenza (ore 18.00).


 
  • Maroni Sgionfi

    il 15/02/2021 alle 16:42 “Senbra Evidente ”
    anche dalle parole del coach, che questa squadra è sicuramente a corto di fiato. Ma se la situazione è questa, cosa aspettiamo a cacciare via i preparatori atiletici ?????? perdere lucidità, perdere palle, sbagliare i tiri a dieci minuti dalla fine, non fa altro che avvalorare la tesi che è una squadra scoppiata e sulle gambe. Hai voglia fare schemi etc etc se non hai il fiato per farlo.
     
  • Otello

    il 15/02/2021 alle 13:04 “Disastro Sotto Tutti I Punti Di Vista”
    Riusciamo a far diventare brave tutte le squadre che incontriamo "come diceva Bartali è tutto da rifare" . Prima cosa cambiare Bobby Ray Jones seconda cosa DIFENDERE E PRENDERE I RIMBALZI ma per prenderli bisogna AVERE LA VOGLIA DI PRENDERLI... terza cosa cambiare la preparazione atletica mi sembrano quasi tutti scoppiati... adesso non c'è più la scusa dell'allenatore i giocatori devono dimostrare il loro valore che sulla carta è alto... ABBIAMO PERSO DUE VOLTE CON BIELLA.............
     
  • Max

    il 15/02/2021 alle 11:29 “Ma Per Favore....!!!”
    RAMAGLI : "Oltre alla tenuta difensiva che, a mio avviso, è stata discreta" ????? 85 PUNTI presi da un modestissimo manipolo di giovani quale e' Biella e questo ci parla di discreta difesa ???? La B1 ci aspetta a braccia aperte !!!!!